fareambienteI soci ACSE hanno facoltà di iscriversi senza ulteriori oneri economici a Fare Ambiente, mediante i Comitati ACSE, semplicemente compilando l’apposito modulo di richiesta (scaricabile qui di seguito).
ACSE conferma il proprio impegno a favore della difesa dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, avviando un rapporto di collaborazione con Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, associazione ambientalista riconosciuta con Decreto del Ministro dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009.
Con il Protocollo d’intesa siglato dal Presidente nazionale ACSE Beppe Mauro e dal Presidente nazionale di Fare Ambiente Vincenzo Pepe, si è avviato un rapporto di collaborazione volto alla ideazione e realizzazione di progetti tecnico-formativi in materia ambientale (faunistica, ambiente, agricoltura, cultura della conoscenza dei luoghi).
Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, riconosciuto con Decreto del Ministro dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009, è un’Associazione liberamente costituita tra tutti i cittadini europei che, gratuitamente e volontariamente, intendono aderire.
Essa si propone di rendere concretamente ed effettivamente possibile lo sviluppo sostenibile e la tutela, la gestione e la valorizzazione dell’ambiente nella sua più ampia accezione e perciò comprensivo di beni e valori afferenti all’ Ecosistema, al Patrimonio culturale ed al Paesaggio, a partire dalla formazione di una coscienza morale e civile, diffusa, fondata sull’interesse pubblico al progresso di tutti, nella salvaguardia e nella promozione di beni e di valori che appartengono all’intera umanità.
In particolare Fare Ambiente si propone principalmente di promuovere la tutela e la valorizzazione dell’ambiente come un obbligo individuale e sociale, di valenza universale e di carattere squisitamente costituzionale, anche per il superamento delle differenze sociali e la tutela delle minoranze. Inoltre Fare Ambiente si impegna a:
– tutelare e valorizzare la fauna e la flora, in particolar modo delle specie deboli o in via di estinzione;
– promuovere progetti e programmi di recupero, valorizzazione e tutela di aree di particolare interesse ambientale, culturale e turistico;
– favorire l’educazione ambientale attraverso iniziative didattiche e sociali per la sensibilizzazione dei giovani alla tutela dell’ambiente e alla cultura della sostenibilità;
– promuovere attività di ricerca, di comunicazione e di sensibilizzazione sulle tematiche ambientali e sulle azioni per l’attuazione dello sviluppo sostenibile;
– attuare ogni forma di controllo sul rispetto della normativa ambientale comunitaria, nazionale e regionale nonché delle norme e delle convenzioni internazionali;
– gestire aree naturali protette, oasi naturalistiche e di protezione della fauna, aree siti e zone di importanza naturalistica e storico culturale, parchi urbani e suburbani e delle relative strutture, nel quadro delle leggi regionali, nazionali e internazionali vigenti.

Modulo_adesione_ACSE_Fare_Ambiente