FATTURAZIONE ELETTRONICA: ANCHE IL TERZO SETTORE DOVRÀ ADEGUARSI ** AGGIORNAMENTO **

+++++++++++++++++++++++ AGGIORNAMENTO +++++++++++++++++++++++

FATTURAZIONE ELETTRONICA: ESONERO PER ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE e regimi forfettari opzionali fino a 65.000 euro

Il recente Decreto Fiscale n. 119/2018 ha modificato l’elenco dei soggetti esclusi dall’obbligo di emissione della fatturazione elettronica, tra questi anche le ASD con fatturato annuo fino a 65.000 euro.

Nei giorni scorsi sono stati approvati dal Senato due emendamenti all’articolo 10 del DL in merito alle semplificazioni per la fatturazione elettronica.

Il primo riguarda l’esonero dal ciclo attivo della e-fattura per i titolari di partita IVA in regime dei minimi e per i forfettari (opzionali), mentre il secondo riguarda l’esonero di fattura elettronica per le Associazioni Sportive Dilettantistiche a regime forfettario, a condizione che abbiano optato per l’applicazione della Legge 398/91 e che nel periodo d’imposta precedente abbiano conseguito dall’esercizio proventi commerciali per un importo non superiore a 65.000 euro

Nel caso di ulteriori revisioni su tale argomento, Vi aggiorneremo puntualmente in queste pagine.

Elena D’Urso

Fatturazione elettronica: anche il terzo settore dovrà adeguarsi

A partire dal 1° gennaio 2019 anche gli Enti del Terzo settore avranno l’obbligo di emettere e ricevere le fatture in formato elettronico, ma con qualche sostanziale differenza tra le associazioni in possesso di Partita Iva e quelle con solo Codice Fiscale.

Siamo agli sgoccioli, il 1° gennaio 2019 è dietro l’angolo e con esso l’arrivo della “temuta” fatturazione elettronica. A questa svolta epocale saranno interessate altresì le Associazioni Sportive, gli Enti del Terzo Settore e Non Profit, sia se dotate di Partita IVA che di solo Codice Fiscale.
Una differenza sostanziale però esiste, infatti, se le Associazioni con Partita Iva dovranno generare fatture elettroniche alla stregua di qualsiasi impresa, quelle dotate di solo Codice Fiscale, che quindi non emettono fatture, saranno equiparate al consumatore finale, per il quale l’Iva è un costo da aggiungere al valore del bene o del servizio.

Per gli enti privi di Partita Iva, in più, non sarà necessario dotarsi di una PEC per ricevere le fatture elettroniche da parte dei fornitori, poiché questi documenti potranno essere reperibili in un’apposita sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate, oppure tali associazioni si potranno dotare di un software che permetterà loro di farsi recapitare direttamente suddette fatture.

Si ricorda però che sono esonerati dalla fatturazione elettronica i soggetti passivi che beneficiano di regimi fiscali di vantaggio (minimi) e quelli che applicano il regime forfettario. 

Elena D’Urso

Marca da bollo sulle ricevute delle ASD: Quando?

MARCA DA BOLLO SULLE RICEVUTE DELLE ASD: QUANDO?

Con specifico riferimento alle ricevute rilasciate a fronte del versamento delle quote associative e delle quote previste per la frequenza periodica alle attività sportive offerte, le ASD in alcuni casi non sono esenti da imposte di bollo.

L’art. 27 bis della Tabella allegato B annessa al D.P.R. n. 642/72 testualmente dispone essere esenti dall’imposta di bollo tutti gli “atti, documenti, istanze, contatti, dichiarazioni ed attestazioni poste in essere o richieste da organizzazioni non lucrative di utilità sociali ONLUS e dalle Federazioni sportive nazionali, gli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI”. Di conseguenza, non facendo riferimento specifico alle associazioni e società sportive dilettantistiche, l’esenzione non viene applicata anche a queste ultime (a meno che tali ASD e SSD non siano iscritte al registro delle ONLUS).

Per quanto concerne nello specifico le ASD, invece, tale esenzione viene stabilita nell’ultimo comma dell’art. 7 della Tabella B allegata allo stesso D.P.R. n. 642/72, ma limitatamente alle quote associative e ai contributi versati a favore delle associazioni stesse, per cui non corrisponde una prestazione o un servizio specifico ricevuto, mentre l’imposta di bollo di € 2,00 va assolta dalle ASD con riferimento alle ricevute emesse a fronte del versamento delle quote previste per la frequenza periodica delle attività sportive offerte, se di importo pari o superiore a € 77,47.

In poche parole i corsi e le altre attività che non sono quota associativa o contributo per attività non specifiche, sono per le ASD da assoggettare a bollo.

Raccolta fondi come fonte di finanziamento per il terzo settore

LA RACCOLTA FONDI COME FONTE DI FINANZIAMENTO PER IL TERZO SETTORE

I ricavi derivanti dalle attività di raccolta fondi per le associazioni sono esenti da tributi, ma solamente se si tratta di iniziative occasionali, aperte al pubblico e che hanno luogo esclusivamente nel corso di ricorrenze, celebrazioni o campagne di sensibilizzazione.

Uno dei metodi più utilizzati dalle associazioni che intendono finanziarsi, è quello della raccolta pubblica di fondi. Una pratica che anche per il Terzo Settore prevede regole e limitazioni ben precise. Continua la lettura

COME GESTIRE LA TUA ASSOCIAZIONE – Incontro gratuito aperto a tutte le associazioni

COME GESTIRE LA TUA ASSOCIAZIONE
incontro gratuito aperto a tutte le associazioni

Per le associazioni culturali, ricreative, sportive dilettantistiche, di volontariato, di promozione sociale, ecc. esistono regole vecchie e nuove, che devono essere rispettate.
Per non improvvisare, per confrontarti e per aggiornarti sei invitato a partecipare gratuitamente a questo incontro tra operatori e professionisti esperti del settore.

Sabato 2 dicembre alle ore 10,00

presso la sala riunioni A.C.S.E. di Treviso
Viale Brigata Marche 11/C
Partecipazione gratuita con registrazione obbligatoria per ogni partecipante, posti limitati.

HOME ASSOCIAZIONI – Fai sentire la LORO voce

HOME ASSOCIAZIONI
Fai sentire la LORO voce

Un evento straordinario, regolato dalle leggi della serenità e dello star bene assieme, tra persone che amano la musica e l’arte.

Questo è l’Home Festival.

All’interno di questa manifestazione che è giunta ormai all’ottava edizione, da 4 anni trova posto la Cittadella delle Associazioni, uno spazio dedicato agli stand e ad un palco dedicato.

Quest’anno, fra le associazioni partecipanti, troveranno posto: Amnesty International, Medici Senza Frontiere, Libera Contro Le Mafie, Avis, ACSE Cultura e Sport per l’Europa, Lega Italiana Fibrosi Cistica, e molte altre che hanno come obiettivo la difesa personale e la cura della persona.

In questo scenario particolare, che si svolge in 5 giorni dal 30 agosto al 3 settembre in un’area di oltre 96.000 metri quadri e che negli ultimi anni ha visto la partecipazione di oltre 100.000 persone, le associazioni che già operano nel territorio avranno modo di avvicinare moltissime persone spiegando loro l’importanza dell’attività di prevenzione, aiuto, sostegno e valore sociale che sono fondamentali nella nostra società.

Oggi vi vogliamo proporre di supportarle, contribuendo a finanziare uno spazio dedicato a loro, allestendo un palco dedicato, completo di impianti audio e luci, stand attrezzati, maxischermo ledwall per la visualizzazione delle presentazioni video delle associazioni stesse, con relativa regia, ecc…

La cifra a cui vogliamo arrivare è 16.000 euro.Realizzeremo la Cittadella delle Associazioni con qualsiasi cifra raggiunta, ma ovviamente più ci avvicineremo a quella cifra più riusciremo ad installare tutti quegli elementi che fanno parte di attrezzature, impianti e allestimenti per offrire il meglio possibile alle associazioni.

Potete sostenere il progetto effettuando una donazione di qualsiasi cifra attraverso la piattaforma Produzioni dal Basso: www.produzionidalbasso.com/project/home-associazioni-fai-sentire-la-loro-voce

Info e sito correlato: www.progettieducativi.com/progetti/home-associazioni-fai-sentire-la-loro-voce/

Profili social:
pagina facebook: https://www.facebook.com/HomeAssociazioni/
profilo twitter: https://twitter.com/HomeAssociazion

Terzo Settore i decreti della riforma e novità CONI – Convegno a Milano

Convegno:
“Associazioni come sopravvivere alla Riforma del Terzo Settore ed al taglio delle discipline sportive riconosciute dal CONI”

Stante il complesso quadro normativo e l’attuale carenza di indicazioni da parte delle amministrazioni competenti sui molteplici aspetti operativi della Riforma, si ritiene opportuno spostare la data del convegno che mira – oltre ad illustrare le nuove norme – anche a dare suggerimenti pratici alle associazioni.

All’orizzonte nuove disposizioni amministrative e fiscali per le associazioni, ACSE è pronta a spiegarle, con i suoi esperti, ai dirigenti ed operatori delle ASD/SSD, delle associazioni culturali e di promozione sociale, nonchè di tutti gli altri organismi del variegato mondo del NON PROFIT.

Infatti sono stati emanati i decreti attuativi della Riforma del Terzo Settore che dovrebbero rivoluzionare la vita delle associazioni. Inoltre, per quanto riguarda il settore sportivo, il CONI ha deliberato il “taglio” delle discipline sportive riconosciute: provvedimento che potrebbe mettere in grande difficoltà molte ASD ed SSD.

Di tutto questo e molti altri aspetti della gestione delle associazioni si parlerà a Milano presso la sala riunioni della sede ACSE in Via dei Transiti 21, il giorno 16 luglio 2017 con il seguente programma:

  • accrediti 9,00
  • inizio lavori 9,30
  • domande e discussioni 11.30
  • termine 12,30

Stante il complesso quadro normativo e l’attuale carenza di indicazioni da parte delle amministrazioni competenti sui molteplici aspetti operativi della Riforma, si ritiene opportuno spostare la data del convegno che mira – oltre ad illustrare le nuove norme – anche a dare suggerimenti pratici alle associazioni.

a breve sarà comunicata la nuova data

Home Festival 2017 – Area Associazioni

Anche quest’anno si avvicina la data per il Treviso Home Festival

Come ogni anno il festival sarà il punto di ritrovo di decine di migliaia di giovani (oltre 90.000) che nei 5 giorni di manifestazione, dal 30 Agosto al 3 Settembre, saranno presenti per assistere a numerosi artisti musicali della scena nazionale ed internazionale. Diversi eventi coloreranno le giornate del festival che dal primo pomeriggio a tarda notte allieteranno chi si troverà a girare per enorme area dedita alla musica ed al divertimento.

Quest’anno tutte le associazioni sportive dilettantistiche (ASD), le società sportive dilettantistiche (SSD), le associazioni culturali, le associazioni di promozione sociale (APS), Onlus, Federazioni Sportive che vorranno far parte di questo maestoso evento avranno la possibilità di presenziare al festival utilizzando 1 (o più) dei 25 stand messi a disposizione nell’area Associazioni. Gli stand, a norma, saranno dotati di punto luce led e presa elettrica; inoltre verranno assegnati 2 pass ingresso al giorno per l’evento ed 1 pass auto. Potranno richiedere pass gratuiti (per i soci) per eventuali esibizioni sul palco ufficiale che verranno messi a disposizione dall’organizzazione (in numero limitato). Le associazioni quest’anno saranno immerse tra gli stand “food & beverage” e tra gli stand commerciali per creare una cittadella vera e propria. Inoltre quest’anno sarà messo a disposizione delle associazioni un piccolo container dove riporre temporaneamente gli oggetti di particolare interesse in modo da evitare spiacevoli inconvenienti.

Chi fosse interessato far parte del Home Festival 2017 nella cittadella delle associazioni, per far conoscere i propri scopi associativi al meglio con gli stand professionali offerti da Mastertent e luci led grazie ad ACSE, deve comunicarlo molto velocemente perchè il numero degli stand è limitato. Le associazioni che desiderano partecipare, possono avere il loro spazio, per il quale è richiesto dall’organizzazione un piccolo contributo spese.

Per informazioni non esitare a contattarci via mail ad associazioni@homefestival.eu oppure compila il modulo

CONGRESSO ACSE: NUOVE SFIDE, NUOVE RISPOSTE
Giuseppe Mauro confermato Presidente Nazionale dell’ACSE

A.C.S.E. Nuove sfide, nuove risposte

Il 09 aprile 2017 a Roma presso la sala congressi dell’Hotel Domus Nova Bethlem si è tenuto il quarto Congresso Nazionale dell’Acse, caratterizzato dallo slogan “Nuove sfide, nuove risposte”.

Hanno partecipato i delegati dei comitati territoriali provenienti dalle diverse regioni italiane, oltre ad ospiti in rappresentanza delle organizzazioni con le quali Acse ha rapporti di collaborazione.

Particolarmente apprezzato l’intervento di Ciro Bisogno, neo-presidente delle PGS – Polisportive Giovanili Salesiane – che ha sottolineato la positività di una collaudata partnership con la nostra Associazione.

Ciro Bisogno (PGS) – Giuseppe Mauro (ACSE)

Il dibattito, introdotto dalla relazione del Presidente Nazionale Giuseppe Mauro, si è incentrato sul tema guida del Congresso “Nuove sfide, nuove risposte“, con riferimento ai mutevoli contesti sociali in cui è chiamato ad operare l’associazionismo non profit, al nuovo contesto normativo introdotto dalla Legge delega 106/2016 sulla riforma del terzo settore e dai recenti provvedimenti del Coni ed infine, naturalmente, ai riflessi organizzativi che tutto questo comporta per il ns. Ente.

Non è mancata la critica all’attuale assetto normativo del terzo settore che crea una evidente disparità a favore delle associazioni che si avvalgono della collateralità con organizzazioni politiche, sindacali e di categoria: una collateralità che le favorisce nel reperimento delle risorse economiche (contributi pubblici, 5 per mille, ecc.) e nell’utilizzo di strutture e spazi di attività.

Note positive dal Presidente Mauro nella sua relazione consuntiva del quadriennio 2013-2017, periodo che ha visto una crescita numerica ed una maggiore penetrazione territoriale dell’Acse, nonché l’ampliarsi dei settori di intervento, sia nello sport dilettantistico che nella cultura, nella promozione sociale e nel volontariato.

Il Congresso è stato anche momento elettivo degli organi direttivi che guideranno l’Associazione nel prossimo quadriennio 2017-2020.

Giuseppe Mauro – David Chiappetta

Alla Presidenza Nazionale è stato confermato Giuseppe Mauro. Ulteriore conferma alla Vicepresidenza con Luca Concilio, mentre David Chiappetta è il nuovo Segretario generale.

A completare il Consiglio Nazionale sono stati eletti: Marco Baratto, Giuliano Baron, Doriano Dall’Osso, Fabio Fallai, Stefania Guiotto, Renato Mauro, Simona Papè, Antonio Sartori di Borgoricco, Ilaria Sergi e Rita Serra.

Inoltre sono stati eletti quali membri del Collegio dei Garanti: Roberto Contento (Presidente del Collegio), Laura Allegrezza, Salvatore Messina  e Gerd Miribung (supplente).

Infine, nel ruolo di Revisore Unico dei Conti è stata confermata la dottoressa Valentina Di Renzo, commercialista e revisore legale.

Linee Guida per una Riforma del Terzo Settore

terzosettoreIl Governo ha pubblicato le Linee Guida per una Riforma del Terzo Settore (gli enti no-profit)

Un indirizzo mail a disposizione dei cittadini che vogliano partecipare con osservazioni ed idee.

 

Un mese di tempo – fino al 13 giugno – per raccogliere ed elaborare i contributi di cittadini ed organizzazioni.

Poi il 27 giugno è prevista in Consiglio dei Ministri la discussione sul ddl delega.

 

Sarica il documento

Linee_guida_riforma_terzo_settore