bancaeticaACSE partecipa al capitale sociale di Banca Etica, aderendo così ad un importante progetto di democrazia economica.
Tale progetto rivolto a dare concreto supporto allo sviluppo delle organizzazioni che operano nei settori della cooperazione sociale, della cooperazione internazionale, della cultura e della tutela ambientale.
Banca Etica è il primo, e per il momento unico, istituto creditizio italiano, la cui attività ed i cui obiettivi si ispirano ai principi della Finanza Etica, intesa come strumento trasparente di gestione del risparmio, finalizzato allo sviluppo dell’economia civile, solidale e responsabile, trasparenza, diritto di accesso al credito, efficienza e attenzione alle conseguenze non economiche delle azioni economiche.

La storia di Banca Etica ha radici nelle prime esperienze italiane di Finanza Etica, le Mag, e trae impulso dalle istanze del Terzo Settore.

Nel 1999, 22 organizzazioni del mondo non profit – convinte che un mondo diverso è possibile, non solo a parole ma anche nei fatti – e alcune finanziarie, col sostegno di migliaia di cittadini responsabili, diedero vita a Banca Etica, una banca capace di parlare direttamente ai soci e ai risparmiatori.

Oggi Banca Etica conta 12 filiali sul territorio nazionale e una rete capillare di promotori finanziari, chiamati “banchieri ambulanti”, ha raggiunto una raccolta di capitale sociale di più di 20 milioni di euro, conferito da oltre 30 mila soci, di cui circa 4.000 sono persone giuridiche (tra queste 9 Regioni, 40 Province, 300 Comuni).

L’Istituto raccoglie oltre 500 milioni di euro di depositi e sta finanziando più di 2.300 progetti dell’economia solidale per un valore superiore ai 360 milioni di euro.

I settori d’intervento sono la cooperazione sociale, la cooperazione internazionale, l’ambiente, la cultura e la società civile.