Con il Pitch&Putt, il Golf è alla portata di tutte… le tasche!

Letteralmente significa “lancia e imbuca”: è il “Pitch & Putt”, il fratello minore del Golf, dove le 18 buche sono più corte e si utilizzano solo un ferro per lanciare e un putter per andare in buca. Cheap but Chic!

Divertente, entusiasmante e soprattutto adatto a tutte le età. Il Pitch & Putt è un modo diverso di vivere il Golf, puntando principalmente su tecnica e rapidità. Infatti, se anche nel Pitch & Putt le gare si svolgono in un percorso di 9 o 18 buche, occasionalmente ridotte a 6 ma tutte par 3, in questo sport la distanza massima di una buca è di 90 metri, facendo sì che il gioco si concentri sulla breve distanza, in un percorso non superiore ai 1.200 mt.

Il Pitch & Putt prevede un sistema di handicap in cui uomini e donne e di qualsiasi età possono gareggiare assieme, inoltre, anche se molto simile al golf, è una disciplina sportiva più “economica”, infatti richiede poche lezioni di allenamento prima di entrare in campo e per giocare necessita solamente di un ferro e di un putter, oltretutto le tempistiche di gara sono ridotte, si pensi che una competizione P&P su 9 buche si svolge in soli 45 minuti.

Cosa aspetti a provare anche tu il gioco del Pitch & Putt?
Qui di seguito tutte le coordinate e le informazioni per metterti in contatto con i nostri circoli affiliati ACSE più vicini a te… Buon divertimento!

Tutti i Circoli Golf che intendono entrar a far parte del circuito Pitch & Putt di ACSE possono chiedere maggiori informazioni telefonando al 06-83390392

B & G – Sicurezza Adempimenti agli Obblighi di Legge

La B&G Srl vanta un esperienza di oltre 10 anni nel settore della sicurezza e prevenzione di aziende ed associazioni, per maggiori informazioni potete contattare direttamente il personale della B&G Srl ai seguenti recapiti, facendo presente la convenzione con A.C.S.E.
Tel. 0422.320963 Fax  0422.405246

Tutte le Associazioni così come le Aziende sono disciplinate dal D.Lgs. 81/08 in materia di salute e sicurezza su lavoro.

Gli adempimenti previsti sono determinati dalla presenza o meno di collaboratori subordinati.

Per collaboratori subordinati si intendono figure che possono prestare la propria attività anche a titolo gratuito o volontario, ma che indipendentemente dalla tipologia contrattuale, il loro rapporto di lavoro con l’Associazione richiama a criteri che definiscono una subordinazione (per es. contratto, contenuti e finalità della prestazione, modalità di retribuzione, gestione dell’orario di lavoro/permessi/ferie, dipendenza ad un unico datore di lavoro…).

Nel caso in cui vi siano soggetti che prestano all’Associazione la propria attività spontaneamente e a titolo gratuito o con mero rimborso spese, si applicano le stesse disposizioni per i lavoratori autonomi ovvero, gli stessi:

  • devono utilizzare attrezzature e dispositivi di protezione individuale conformi;
  • nel caso di appalto o subappalto devono essere riconoscibili mediante tesserino di riconoscimento.

Il Datore di Lavoro, il Presidente nel caso dell’Associazione o chi da Statuto viene identificato quale Rappresentante Legale dell’Associazione, ha responsabilità giuridica per quel che concerne gli adempimenti relativi alla salute e alla sicurezza dei propri lavoratori o soggetti terzi che accedono ai luoghi dell’associazione, pertanto:

  • deve garantire la sicurezza, l’informazione e la formazione sui rischi per la salute e la sicurezza della propria attività;
  • deve garantire che siano forniti adeguati dpi eventualmente necessari per eseguire i lavori in sicurezza;
  • deve garantire che impianti e infrastrutture siano a norma.

Per le Associazioni che prevedono la presenza di lavoratori “subordinati”, il Datore di Lavoro deve:

  • valutare i rischi a cui sono esposti i lavoratori e redigere il Documento Di Valutazione Dei Rischi comprensivo delle misure di sicurezza necessarie a contenere, ridurre o eliminare tali rischi;
  • nominare il Responsabile Del Servizio Di Prevenzione e Protezione o svolgere direttamente tale funzione, acquisendo le necessarie competenze attraverso un apposito percorso formativo come previsto dalla normativa;
  • nominare e formare i lavoratori addetti alla gestione delle Emergenze, dell’Antincendio e del Primo Soccorso;
  • predisporre le Procedure Per La Gestione Delle Emergenze, anche esponendo le opportune planimetrie contenenti informazioni relative ai presidi antincendio, alle vie di fuga, all’evacuazione e al soccorso dei presenti;
  • informare, formare ed addestrare sulla sicurezza i lavoratori, eventuali dirigenti e preposti come previsto dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/11;
  • formare il Rappresentante Dei Lavoratori Per La Sicurezza se eletto dai lavoratori;
  • nominare il Medico Competente nel caso in cui sia necessaria l’attivazione della Sorveglianza Sanitaria per i lavoratori;
  • redigere il Manuale Di Autocontrollo in caso di manipolazione o somministrazione di cibi e bevande;
  • formare il responsabile e gli addetti alla manipolazione o somministrazione di cibi e bevande.

Per le Associazioni senza lavoratori “subordinati” oltre alle disposizioni prima citate nel caso ci fossero collaboratori spontanei o lavoratori autonomi, comunque il Datore Di Lavoro dovrà garantire la sicurezza di terzi (per es. utenti o pubblico) che a qualsiasi titolo dovessero trovarsi nei luoghi in cui l’Associazione esercita la propria attività e dovrà:

  • nominare e formare i lavoratori addetti alla gestione dell’Emergenze, dell’Antincendio e del Primo Soccorso;
  • predisporre le Procedure Per La Gestione Delle Emergenze, anche esponendo le opportune planimetrie contenenti informazioni relative ai presidi antincendio, alle vie di fuga, all’evacuazione e al soccorso dei presenti.

Nel caso in cui l’Associazione debba affidarsi ad appaltatori o lavoratori autonomi che svolgeranno la propria attività nei luoghi gestiti dall’Associazione stessa, il Datore Di Lavoro dovrà:

  • verificarne l’idoneità tecnico professionale;
  • gestire l’interferenza dei rischi presenti nei luoghi di lavoro con quelli della loro attività, coordinandone l’attività;
  • fornire loro se necessario attrezzature a norma;
  • nel caso di attività di natura edile, adempiere a quanto previsto dal titolo IV del D.Lgs. 81/08.

Elenco Servizi

La valutazione dei rischi è uno degli obblighi principali di ogni Datore di Lavoro (art. 17, 28 e 29 D.Lgs 81/08). Consiste nell’individuazione di tutti i pericoli connessi all’attività svolta e nella relativa quantificazione del rischio (la probabilità che ciascun pericolo si tramuti in danno, tenuto conto dell’entità del potenziale danno). Il Datore di Lavoro ha l’obbligo di effettuare la valutazione dei rischi in forma scritta, elaborando un documento denominato “Documento di Valutazione dei Rischi” (DVR).

Il DVR verrà elaborato in modalità telematica, qualora fosse necessario un sopralluogo verrà addebitato il costo della trasferta.

Costo: 200,00€ + iva

Il corso di formazione per il datore di lavoro che vuole svolgere direttamente le funzioni di RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) ai sensi del comma 2, art 34 del D.Lgs 81/08, secondo quanto previsto dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/11, comprende il modulo 1 (normativo), il modulo 2 (gestionale), il modulo 3 (tecnico) e il modulo 4 (relazionale), per un totale di 16 ore formative, 4 per ogni modulo.

Durata: 16 ore

Costo c/o sede Acse Treviso: 150,00€ + iva

 

Aggiornamento previsto: quinquennale (erogabile anche in modalità e-learning)

Durata: 6 ore

Costo c/o sede Acse Treviso: 90,00€ + iva

Costo e-learning: 50,00€ + iva

L’art. 37 comma 1 lettera a) del D.Lgs 81/08 (come specificato dall’Accordo Stato-Regioni del 21/12/11) prevede che il datore di lavoro debba assicurare a ciascun lavoratore una formazione GENERALE sufficiente ed adeguata in materia di salute e sicurezza, erogabile anche in modalità e-learning, che affronti in particolare i seguenti argomenti:

  1. a) concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti e doveri dei vari soggetti aziendali, organi di vigilanza, controllo, assistenza;

Durata: 4 ore

Costo c/o sede Acse Treviso: 50,00€ + iva

Costo e-learning: 40,00€ + iva

L’art. 37 del D. Lgs. 81/08 sancisce inoltre l’obbligo per il Datore di lavoro di provvedere alla formazione SPECIFICA dei lavoratori, secondo i contenuti e la durata previsti dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/11, ed in relazione al settore di rischio dell’azienda (corrispondente ATECO 2002-2007), come specificato nell’Allegato II dello stesso Accordo Stato-Regioni.

Gli argomenti trattati durante il percorso di formazione specifica sulla sicurezza avranno come oggetto i “rischi riferiti alle mansioni e ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristiche del settore o comparto di appartenenza dell’azienda”. Tale formazione dovrà essere soggetta a ripetizioni periodiche nel caso di “evoluzione dei rischi o all’insorgenza di nuovi rischi”.

Durata: 4 ore

Costo c/o sede Acse Treviso: 50,00€ + iva

Costo e-learning: 40,00€ + iva

I corsi di formazione generale e specifica sono obbligatori per il lavoratore e devono essere svolti al momento:

  1. a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell’inizio dell’utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
    b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
    c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi.

Si ricorda che, ai sensi del punto 10 dell’Accordo Stato Regioni del 21/12/11, per i lavoratori neoassunti il datore di lavoro deve provvedere alla formazione sulla sicurezza contestualmente all’assunzione ed in ogni caso deve essere completato entro 60 giorni dall’assunzione.

Formazione generale + specifica

Durata: 8 ore

Costo c/o sede Acse Treviso: 90,00€ + iva

Costo e-learning: 70,00€ + iva

Aggiornamento previsto: quinquennale (erogabile anche in modalità e-learning)

Durata: 6 ore

Costo c/o sede Acse Treviso: 60,00€ + iva

Costo e-learning: 50,00€ + iva

L’art. 18, comma 1, lettera b) e l’art. 43, comma 1, lettera b) del D.Lgs. 81/08 impongono al Datore di Lavoro di designare “preventivamente i lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei lavoratori in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio di pronto soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza” in numero sufficiente a garantire il servizio, e provvedere alla loro formazione. Il datore di lavoro può svolgere direttamente i compiti propri di addetto alla prevenzione incendi purché abbia frequentato uno specifico corso di formazione e i dipendenti siano in numero inferiore a 5.

Durata: 4 ore

Costo c/o sede Acse Treviso: 80,00€ + iva

Aggiornamento previsto: quinquennale

Durata: 2/4 ore

Costo c/o sede Acse Treviso: 60,00€ + iva

Tra le figure che il datore di Lavoro nel rispetto del D.Lgs. 81/08, deve nominare, rientra anche l’addetto al servizio di Primo Soccorso, figura che entra in azione nel caso in cui si verifichi un infortunio o un malore improvviso di un lavoratore o terza persona presente nel luogo di lavoro, nell’attesa che intervengano un medico competente o i soccorsi. Il datore di Lavoro deve designare gli addetti alla al primo soccorso in numero sufficiente a garantire il servizio e provvedere alla loro formazione. Il datore di lavoro può svolgere direttamente i compiti propri di addetto al primo soccorso, purché abbia frequentato una specifico corso di formazione e i dipendenti siano in numero inferiore a 5.

Durata: 12 ore

Costo c/o sede Acse Treviso: 150,00€ + iva

Aggiornamento previsto: Quinquennale

Durata: 4 ore

Costo c/o sede Acse Treviso: 90,00€ + iva

Ogni Associazione deve garantire la gestione delle emergenze e della sicurezza antincendio così come previsto dal D.M. 3/8/15: “misura finalizzata alla gestione di un’attività in condizioni di sicurezza, sia in fase di esercizio che in fase di emergenza, attraverso l’adozione di una struttura organizzativa che prevede ruoli, compiti, responsabilità e procedure”. Tale misura si traduce in:

– identificazione delle procedure da effettuare in caso d’emergenza

– formazione del personale addetto all’attuazione del piano di emergenza

– eventuale addestramento in caso di attività soggette, tramite prove di evacuazione

– creazione e affissione di planimetrie nelle quali siano riportate tutte le informazioni necessarie alla gestione dell’emergenza ed esplicative del sistema d’esodo e dell’ubicazione delle attrezzature antincendio.

Per redigere il PGE comprensivo di planimetrie di emergenza è necessario fornirsi di una planimetria della struttura.

Costo Procedure: 100,00€ + iva

Costo Planimetria: 60,00€ + iva per la prima (50,00€ dalla seconda in poi)

Tutte le Associazioni che prevedono la manipolazione o somministrazione di alimenti e bevande devono garantire la sicurezza degli alimenti, assicurando che siano rispettate determinate condizioni igieniche. Per questo l’Unione Europea ha creato la normativa HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) un metodo di analisi dei potenziali rischi igienici di un’azienda alimentare. Il suo obiettivo è proteggere la salute dei consumatori, per questo i responsabili sono tenuti ad attestare che l’azienda è in regola con tutte le norme su sicurezza e igiene alimentare. Ogni Associazione deve quindi dotarsi di un manuale, o piano di autocontrollo HACCP, contenente tutte le informazioni sui rischi dell’azienda e le misure per prevenirli ed eliminarli. La revisione di tale piano di autocontrollo deve avvenire annualmente.

Inoltre per garantire l’igiene di cibi e bevande, i lavoratori devono conoscere i rischi e come maneggiare gli alimenti e igienizzare la struttura e le attrezzature: per questo esistono degli appositi corsi per addetti che manipolano alimenti.

L’HACCP verrà elaborato in modalità telematica, qualora fosse necessario un sopralluogo verrà addebitato il costo della trasferta.

Costo: 200,00€ + iva

Il corso HACCP per la formazione degli addetti e responsabili dell’industria alimentare è sostitutivo dell’ex libretto sanitario così come previsto dal Regolamento CE 852/04.

Il corso di formazione per il personale addetto alla manipolazione degli alimenti (valido anche nei paesi dell’UE come stabilito dalla Direttiva Europea 2500/36/CE recepita con D.Lgs. 206/07 ed erogabile in modalità e-learning) in merito alla normativa sulla sicurezza e l’igiene alimentare è rivolto sia al personale qualificato che manipola cibo e bevande (cuochi, camerieri, barman, aiutanti in cucina, addetti mensa, pasticcieri, panettieri, pizzaioli, ecc.), sia al personale che non manipola alimenti e bevande (promoter per alimenti confezionati, aiutanti in sala, magazzinieri, trasportatori, ecc.).

Solitamente il titolare, datore di lavoro, svolge il ruolo e quindi il corso di responsabile dell’industria alimentare mentre l’operatore/dipendente, svolge il corso come addetto che manipola o meno alimenti e bevande.

La durata e l’aggiornamento della formazione viene stabilità dal manuale di autocontrollo HACCP redatto dal responsabile dell’industria alimentare in base alla tipologia di attività.

Durata indicativa: 3 ore

 

Costo c/o sede Acse Treviso: 40,00€ + iva

Costo e-learning: 35,00€ + iva

Aggiornamento indicativo previsto: 3 anni

Durata indicativa: 3 ore

Costo c/o sede Acse Treviso: 40,00€ + iva

Costo e-learning: 35,00€ + iva

Estintore a polvere da Kg 6

Costo: 40,00€ + iva

Estintore a Co2 da Kg 5

Costo: 98,00€ + iva

Manutenzione semestrale prevista per le provincie di Treviso, Padova, Venezia, Belluno

Costo a semestre per estintore (fino a 2 estintori): 10,00€ + iva cad.

Cassetta di pronto soccorso All. I

Costo: 87,00€ + iva

Cassetta di pronto soccorso All. II

Costo: 25,00€ + iva

Pacco di reintegro All. I

Costo: 55,00€ + iva

NOVITÀ NORMATIVE sui compensi erogati da ASD E SSD

NOVITÀ NORMATIVE sui compensi erogati da ASD E SSD

La Legge 27/12/2017 n. 205, c.d. “legge di Bilancio 2018”, ha introdotto importanti novità in materia di associazioni e società sportive dilettantistiche.
Tali disposizioni, unitamente all’entrata in vigore della delibera Coni relativa al funzionamento del nuovo Registro delle società ed associazioni sportive dilettantistiche ed alla ridefinizione delle discipline sportive riconosciute dal Coni, comporteranno la necessità di rivedere diverse impostazioni nella gestione operativa dei sodalizi sportivi.

La nuova disciplina è in vigore dal 01/01/2018, ma per molti aspetti operativi si dovranno attendere i necessari chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate, degli enti previdenziali e le delibere del Coni.  Continue reading

Corso di formazione GIUDICI DI GARA per ginnastica ritmica – Elenco nuovi Giudici Acse

Il Comitato Regionale sardo P.G.S., in collaborazione con ACSE, ha organizza a Cagliari dal 27 al 29 ottobre 2017 i corsi di formazione per Ufficiali di gara PGS A.C.S.E.:

  • Corso di formazione ufficiali di gara 1° grado PGS ACSE
  • Corso di formazione e conversione titolo
  • Corso di aggiornamento per conversione titolo

Docenti del corso
Gaia Mistura RNGGR ACSE
Martina Alicata Terranova RNGGR ACSE
Angela Anelo DTNGR ACSE

 

I nuovi Giudici di Ginnastica Ritmica

Ilenia Filippino
Rita Serra
Gioia Paschino
Valeria Foddis
Claudia Secchi
Antonella Serra
Cinzia Chessa
Emma Cossu
Roberta Podda

2° Trofeo “Un Cuore in pedana”

Trofeo Solidale

10 dicembre 2017 – ore 8.30
Campo Sportivo Comunale “V. Bianchi”
Via Stazione – Calcinato (Brescia)

Termine per le iscrizioni: 20 novembre 2017

per informazioni mandare una e-mail a ritmica@acse.it

Modulo per la partecipazione clicca qui

ODL TROFEO DEL CUORE


Trofeo “UN CUORE IN PEDANA” promozionale
somma dei punteggi dei 2 seguenti trofei:
Trofeo MARGHERITE + Trofeo ORCHIDEE

Trofeo “UN CUORE IN PEDANA” agonistico
somma dei punteggi di 2 tra i seguenti trofei:

Trofeo ROSE – Trofeo GINESTRE -Trofeo MIMOSE – Trofeo GARDENIE

Trofeo ASSOLUTO “UN CUORE IN PEDANA” 2017
somma dei punteggi dei 2 seguenti trofei
Trofeo PROMOZIONALE + Trofeo AGONISTICO

La partecipazione è per rappresentativa.

Una società può presentare più di una rappresentativa per ogni Trofeo.

Per concorrere ai trofei maggiori verrà preso in considerazione il punteggio della sua rappresentativa migliore.
Una ginnasta può far parte di una sola rappresentativa e può eseguire massimo 2 esercizi.
Una società può schierare in un Trofeo a scelta una ginnasta o una coppia o una squadra della categoria primule (ginnaste cucciole anni 2010 e successivi) o violette (riservato alle ginnaste con disabilità intellettive e relazionali) o narcisi (ginnasti maschi) ed avrà un bonus di 2 punti.

Vince la rappresentativa che totalizza il punteggio più alto nella somma delle prove previste:

Trofeo “UN CUORE IN PEDANA” promozionale sarà assegnato alla società che totalizza il punteggio più alto, sommando i punteggi dei due trofei Margherite-Orchidee.
Trofeo “UN CUORE IN PEDANA” agonistico sarà assegnato alla società che totalizza il punteggio più alto sommando i punteggi di due tra i seguenti trofei rose-ginestre-mimose-gardenie
Trofeo ASSOLUTO “UN CUORE IN PEDANA” 2017 sarà assegnato alla società che totalizza il punteggio più alto, sommando i punteggi del Trofeo PROMOZIONALE e del Trofeo AGONISTICO.

La quota di partecipazione è di 50 euro per ogni rappresentativa + 2 euro per ogni suo componente

Tutte le associazioni che vogliano partecipare all’evento devono essere in regola con l’affiliazione 2017/2018 A.C.S.E.

Le iscrizioni per partecipare al “trofeo” vanno inviate, 20 giorni prima della gara, all’indirizzo e-mail ritmica@acse.it

Le affiliazioni delle associazioni ad A.C.S.E. vanno effettuate tramite il sito al seguente indirizzo https://acse.it/affiliazione/ Continue reading

COME GESTIRE LA TUA ASSOCIAZIONE – Incontro gratuito aperto a tutte le associazioni

COME GESTIRE LA TUA ASSOCIAZIONE
incontro gratuito aperto a tutte le associazioni

Per le associazioni culturali, ricreative, sportive dilettantistiche, di volontariato, di promozione sociale, ecc. esistono regole vecchie e nuove, che devono essere rispettate.
Per non improvvisare, per confrontarti e per aggiornarti sei invitato a partecipare gratuitamente a questo incontro tra operatori e professionisti esperti del settore.

Sabato 2 dicembre alle ore 10,00

presso la sala riunioni A.C.S.E. di Treviso
Viale Brigata Marche 11/C
Partecipazione gratuita con registrazione obbligatoria per ogni partecipante, posti limitati.

Convenzione MPLC – Licenza per proiezioni Video

La Motion Picture Licensing Company (MPLC) è concessionaria a livello internazionale dei diritti di oltre 850 produttori cinematografici per fornire l’autorizzazione che consente di offrire il servizio video legalmente in ambiti non domestici. La MPLC si occupa della valorizzazione e della tutela giuridica dei succitati diritti, con l’incarico di rilasciare le licenze e segnalare eventuali utilizzi illeciti.

Come noto, infatti, i film, cartoni animati e documentari comunemente disponibili da streaming, internet, Blu-ray e DVD, sono protetti da copyright e destinati ad un uso esclusivamente domestico se non autorizzati dal titolare dell’opera, ovvero il produttore cinematografico (Legge sul Diritto D’Autore 633/41 Artt. 61,78-ter, 171/171-ter). La Licenza SIAE tutela invece le colonne sonore delle opere.

 

La Licenza Ombrello® MPLC è la soluzione di licenza annuale che consente di utilizzare tutte le opere audiovisive affiliate tratte da qualsiasi supporto video e senza limitazioni nella frequenza. Le proiezioni devono essere gratuite e riservate ai tesserati del circolo ed i titoli non possono essere pubblicizzati esternamente (è questo solitamente il caso di: serate cinema per i tesserati, angolo video per bambini, visione di opere durante feste, eventi, saggi, dibattiti, messa a disposizione di DVD per i tesserati, intrattenimento video durante eventi, gite, ecc).

Convenzione BluEnergy Group per luce e gas

Per tutte le associazioni affiliate ad ACSE e tutti i suoi tesserati è attiva la convenzione con BLUENERGY GROUP per la fornitura di Luce e Gas.

Bluenergy Group è una società multiservizi che opera da oltre 40 anni nel settore dell’Energia, fornendo gas e luce per la Casa, il Condominio e l’Impresa.
Bluenergy propone le migliori soluzioni energetiche ad ogni esigenza, per un uso delle proprie forniture consapevole e pienamente sostenibile.
Bluenergy Group fornisce ai propri Clienti una risposta professionale in generale su tutto il settore energetico:
– Bluenergy: Gas e Luce.
– Bluenergy Assistance (ESCo – Energy Service Company): riqualificazione, installazione e manutenzione degli impianti di riscaldamento e di raffrescamento.
– Bluenergy Home Service: erogatori d’acqua per casa, ufficio, bar, ristoranti … che permettono di ridurre l’utilizzo di vetro e plastica, nel completo rispetto dell’ambiente.
– Ciel (ESCo – Energy Service Company): impiantistica e riqualificazione energetica con impianti fotovoltaici, accumulatori …

L’intesa che è stata raggiunta, permetterà alle Associazioni Sportive, ai loro Tesserati e Simpatizzanti di avvalersi gratuitamente della professionalità di un nostro Consulente Energetico.
Per nuove offerte sui contratti di Gas e Luce informazioni e preventivi sugli Impianti di riscaldamento e di raffrescamento i consulenti di BluEnergy sono a Vostra disposizione!
Compila gratuitamente e senza impegno il seguente modulo, verrai contattato direttamente da BluEnergy

BluEnergy

  • Inserisci il nome della associazione di cui fai parte
    Trattamento dei dati personali (Privacy policy ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. 196/2003)

Corso di formazione GIUDICI DI GARA per ginnastica ritmica

Il Comitato Regionale sardo P.G.S., in collaborazione con ACSE, organizza a Cagliari presso l’Oratorio Salesiano in Piazza Giovanni XXIII, nei giorni 27- 28 – 29 ottobre 2017 i seguenti corsi di formazione per Ufficiali di gara PGS Acse:

  • Corso di formazione ufficiali di gara 1° grado PGS ACSE
    Possono partecipare al corso tutti i cittadini maggiorenni
    La frequenza è obbligatoria

La quota d’iscrizione per il corso e per la tassa d’esame è di euro 65,00 comprensiva di tessera
PGS Acse 2018.

  • Corso di formazione e conversione titolo
    Possono partecipare tutti gli Ufficiali di gara di altri Enti
    La frequenza è obbligatoria

La quota d’iscrizione per il corso e per la tassa d’esame è di euro 55,00 comprensiva di tessera
PGS Acse 2018.

  • Corso di aggiornamento per conversione titolo
    Possono partecipare tutti gli Ufficiali di gara Fgi
    La frequenza è obbligatoria

La quota d’iscrizione è di euro 35,00 comprensiva di tessera PGS Acse 2018. Non è necessario
sostenere l’esame.

Le quote di iscrizione vanno versate tramite bonifico sul conto corrente bancario:
Banca Prossima
IBAN IT29W0335901600100000132081
intestato a Comitato Regionale Sardo P.G.S.

A tutti i partecipanti verranno consegnati i PT A.C.S.E. 2018, il programma Trofeo del cuore, i
regolamenti e il programma PGS.

I partecipanti dovranno munirsi del CDP 2017 – 2020 FGI scaricabile dal sito
http://www.federginnastica.it/
I moduli di iscrizione e la contabile del bonifico dovranno pervenire entro il 19 ottobre 2017
all’indirizzi mail pgsardegna@gmail.com

Polisportive Giovanili Salesiane
Comitato Regionale Sardegna

Piazza Giovanni XXIII – 09128 CAGLIARI – Tel. 338 758 4578
www.pgsardegna.it pgsardegna@gmail.com

PROGRAMMA
Venerdì 27 ottobre 2017
– ore 15:00-16:00 Arrivo e accredito dei partecipanti
– ore 16:00-17:00 CdP generalità
– ore 17:00-19:00 CdP BD –S
– ore 19:00-20:00 Elementi Fondamentali e non d’attrezzo

Sabato 28 ottobre 2017
– ore 8.30-13:00 CdP AD-R
– ore 14:00-17:00 CdP esercizi di Squadra
– ore 17:00-19:00 Esecuzione individuale e Squadra
– ore 19:00-20:00 PT ACSE 2018

Domenica 29 ottobre 2017
– ore 8.30-13:00 Esercitazione esame
– ore 14:00- 18:00 Esame

Docenti del corso
Gaia Mistura RNGGR ACSE
Martina Alicata Terranova RNGGR ACSE
Angela Anelo DTNGR ACSE